Le traduzioni tecniche Inglese-Italiano sono un’attività confinata agli anni ’90? Assolutamente no.

La nostra agenzia ha la fortuna di avere sede a Milano, capitale dell’Industria e del Commercio, e possiamo confermare che i testi tradotti a carattere tecnico-normativo sono ancora in ottima salute: anzi, la richiesta di traduzioni tecniche Inglese-Italiano è in costante aumento grazie allo sviluppo di nuove realtà sempre più sofisticate (ne sono prova tutte le documentazioni e le specifiche legate al web 2.0) che hanno bisogno di essere tradotte, localizzate e aggiornate anche più volte.

PREVENTIVO DI TRADUZIONE GRATIS

 

Cosa è cambiato rispetto a 20 anni fa, nella nicchia più “tecnica” delle parole tradotte?
Tanto per cominciare l’approccio, per non parlare dei ritmi. A fronte di questo scenario i traduttori di nuova generazione – i cosiddetti nativi digitali – mostrano un desiderio di consegnare testi scorrevoli più marcato rispetto ai loro predecessori, che magari si limitavano a una pur rispettabilissima puntigliosità.
La parola chiave per capire questo campo (e valutare le agenzie che vi operano, con diversi livelli di approfondimento) è Omogeneità.

Traduzione tecniche inglese-italiano 1
Traduzioni tecniche Inglese-Italiano: come valutarle

Chi traduce testi tecnici, come freelance o come società di consulenza, deve porsi l’obiettivo e anche il criterio di valutazione ex-post dell’omogeneità. La documentazione tradotta deve essere non solo impeccabile ma, sempre di più in un mondo digitale e “accelerato” come il nostro, leggibile. Sono almeno 3 i caratteri che aiutano a distinguere sempre le traduzioni tecniche Inglese-Italiano ben confezionate dai testi comunque tradotti ma ancora non “ottimali” in termini di comunicazione e scorrevolezza:

1. Precisione
Quando si parla di azionamento di macchinari, invece di “controlli” bisogna usare il termine “comandi” (controls, in inglese).

2. Uniformità
Tradurre qualche volta “bottone” e qualche volta “pulsante” quando l’inglese dice button può essere un sistema efficace per rendere il testo leggibile usando qualche sinonimo. Meno efficace è invece tradurre equipment con “equipaggiamento” quando, soprattutto in contesti industriali, molto probabilmente ci si riferisce alle “attrezzature”.
Se il vostro traduttore di fiducia non vi propone l’uso e l’implementazione di un glossario condiviso, sappiate in anticipo che il vostro documento presenterà problemi di uniformità… cosa non tanto trascurabile, se il testo parla di sicurezza.

3. Fluidità
Non è vero che un documento tecnico deve essere per forza noioso. La grammatica e la corretta sintassi fanno già molto per aiutarci: tradurre dall’inglese verso l’italiano senza “girare le costruzioni” inverse può essere un primo elemento respingente. Un buon traduttore di tipo tecnico si aiuta sempre con la cara vecchia regola: Soggetto + Verbo + Complemento.
In quest’ultimo caso conviene ribadire che la scorrevolezza non è un optional. È una caratteristica apprezzata in special modo dalle aziende che devono tradurre normative e documentazione a carattere tecnico per creare una base di conoscenze condivise e continuamente aggiornabili, soprattutto in uno scenario internazionale condiviso e “social” come quello odierno.

Opitrad e le traduzioni tecniche Inglese-Italiano

Negli ultimi 3 anni la nostra agenzia ha realizzato traduzioni tecniche Inglese-Italiano per molti marchi che operano soprattutto nel mercato dell’energia e della tecnologia applicata alla vita quotidiana. Eccone alcuni:

  • Biotecnogas
  • Total Erg
  • Sacne
  • EON

Ecco perché le traduzioni tecniche sono nel DNA di Opitrad: contattateci senza impegno oggi stesso se avete bisogno in tempi brevi di un preventivo calibrato sulle vostre esigenze.