Traduzione di Comunicati Stampa: professionalità vs. “automatismo”

Meglio dirlo subito: evitate sempre l’uso del traduttore automatico. Le press release aziendali tradotte che vengono inviate per la cosiddetta “comunicazione corporate”, infatti, non possono e non devono suonare strane ma devono avere tutte le qualità della traduzione giornalistica ovvero essere scritte con un linguaggio fluido che rispecchi il vocabolario usato dai mass-media.

In un buon comunicato-stampa tradotto, ogni contenuto deve essere quindi veicolato con cura e professionalità soprattutto nella scelta di quotation e headline capaci di trasmettere un messaggio con immediatezza, proprio come quando ci capita di leggere una notizia su un giornale.

PREVENTIVO DI TRADUZIONE GRATIS

Il classico per ogni traduttore: il Comunicato Stampa Urgente

A molte aziende che devono comunicare con i media succede molto spesso di dover effettuare traduzioni urgenti di press-release o cartelle stampa.
In questa e in altre situazioni simili, come per tutte le traduzioni pubblicitarie, è di grande aiuto affidarsi a professionisti della traduzione che dispongano di glossari specialistici per effettuare delle revisioni linguistiche approfondite sui testi in modo da creare una sintassi fluida che peraltro non suoni troppo “giornalistichese”.

 

traduzione comunicati stampaPress release? Sì, ma professionali

Le traduzione di cartelle stampa ma anche quella degli articoli per riviste e magazine è sempre più diffusa nel mercato italiano: basti pensare che la produzione di blogpost ha fatto aumentare la richiesta delle cosiddette Traduzioni Giornalistiche.

Nel solo 2013 Opitrad ha tradotto più di 5mila cartelle (pari a 600mila parole) producendo press release da/per agenzie e testate giornalistiche soprattutto per quanto riguarda le traduzioni per il comparto della Moda e nei progetti di traduzione per il settore Arredamento-Mobili. In tutti questi casi abbiamo sempre sottoposto i testi a una revisione linguistica dettagliata da parte di Traduttori Madrelingua professionali, capaci di “sintonizzare” il messaggio originario con le norme e la sintassi usate nel giornalismo.