• giochi olimpici invernali - opitrad

Al via i Giochi Olimpici Invernali

A Pechino si tengono i Giochi Olimpici Invernali, un evento atteso con trepidazione per la situazione contingente che ne ha messo in dubbio fino all’ultimo minuto la fattibilità, ma anche perché gli sport invernali della manifestazione internazionale sono molto amati e praticati dal pubblico.

Basta pensare a quanti sciatori nel mondo si dilettano non solo con lo sci alpino, ma anche con sci alpinismo, freeride, snowboard o con tecniche più raffinate come il carving, insieme a coloro che amano pattinare sul ghiaccio o praticare sci di fondo.

Anche noi di Opitrad amiamo la montagna e abbiamo maturato una certa esperienza nella traduzione di sport invernali e stazioni sciistiche nel corso di molti anni, in cui abbiamo potuto apprezzare non solo i racconti dei grandi campioni legati alle loro imprese, ma anche le esperienze di famiglie, giovani e bambini che praticano con gioia questi sport, che mai come ora donano un grande senso di libertà.

Tradurre per i resort e le ski arena montane è sempre un piacere: si è trasportati in un mondo in cui le giornate si susseguono sempre diverse, toccando argomenti di ogni genere e imparando molte cose. Vi raccontiamo qui alcuni aspetti che ci paiono degni di attenzione.

HAI BISOGNO DI UNA TRADUZIONE PER IL SETTORE SPORTIVO? CONTATTACI ORA!

Snowfarming: piste sempre pronte

L’elemento essenziale per praticare lo sci, una delle principali discipline dei Giochi Olimpici Invernali, sono le piste ben innevate e ben battute. Con i problemi climatici che il mondo sta affrontando, tutto questo non è sempre facile, ma anzi richiede molto lavoro e progettazione in un approccio di sostenibilità.

Alla fine della stagione invernale, l’abbondante neve residua viene portata in alta montagna, nei ghiacciai, coperta da teloni di pile e conservata così per tutta l’estate. All’inizio della stagione invernale, appena il clima lo permette, questa neve viene riportata sulle piste e battuta in modo da creare una buona base su cui nevicherà o che per i primi tempi sarà innevata artificialmente. Gli sciatori potranno quindi lanciarsi non solo in discese spericolate o in tranquilli slalom fino a valle, ma anche praticare sci alpinismo, freeride, snowboard o carving.

Non solo sci: ristoranti e kidsarena

La montagna è amata anche da chi non scia e dalle famiglie con bambini, che dopo una lezione di sci non vedono l’ora di giocare gli uni e rilassarsi gli altri. Per questo nei comprensori sciistici non mancano mai luoghi ricreativi, dove praticare attività come lo zorbing, che consiste nel rotolare giù per una discesa stando all’interno di una sfera, oppure le camminate invernali lungo sentieri segnalati o nel silenzio dei boschi, dove ammirare anche la fauna che vi trova rifugio.

Non manca ovviamente sulle nostre scrivanie la parte dedicata all’enogastronomia: uno shot di grappa per riscaldarsi o un bicchiere di vin brulé non si nega a nessuno sciatore infreddolito; per i bambini naturalmente scorrono fiumi di cioccolata calda. La varietà gastronomica montana europea è essenzialmente riconducibile alle tre lingue parlate nelle zone alpine, italiano, francese e tedesco. Si passa quindi dalla fondue di formaggi franco-svizzera, agli sciatt e ai pizzoccheri valtellinesi, per arrivare a un’appetitosa merenda svizzero tedesca a base di salumi del luogo e carne secca, lo Zvieri-Plättli.

Sostenibilità e protezione dell’ambiente: tematiche frequenti nelle traduzioni di sport invernali

Per conservare e tramandare tutta la bellezza, il ristoro e il piacere che ci donano le montagne e gli sport invernali, tutte le attività di cui abbiamo parlato sono realizzate con un occhio attento sia alla sostenibilità che alla salvaguardia del clima: oggi l’obiettivo dichiarato di molti comprensori è ridurre al minimo le emissioni di CO2.

Spesso nelle traduzioni di sport invernali ci siamo trovati quindi a parlare di energia da fonti rinnovabili e in particolare di come viene trasportata, tramite sistemi di teleriscaldamento, dalle potenti centrali idroelettriche montane alle abitazioni. Per quanto riguarda i trasporti, si cerca di privilegiare una fitta rete ferroviaria con agevolazioni per chi parte dalle grandi città e servizi di autotrasporto, con bus ecologici oltre a navette per consentire a chi arriva in auto di parcheggiarla e dimenticarla fino alla partenza.

In questo ambito però serve la collaborazione di tutti: abbiamo recentemente tradotto dei testi sulle condizioni delle piste di un grande comprensorio sciistico alpino dopo il disgelo, dove sono emersi rifiuti di ogni genere, prontamente raccolti in giornate dedicate a cui hanno partecipato sia i residenti che i turisti. Un’ottima opportunità per praticare un’altra attività fisica, nata di recente, dal curioso nome di plogging, unione dell’espressione svedese plocka upp, che significa raccogliere, e del più celebre jogging.

Insomma, nella nostra esperienza la traduzione di sport invernali è un’occasione per scoprire un mondo ricco di spunti e vario, che rivedremo ben rappresentato nella sua parte agonistica in questi giorni alle Olimpiadi Invernali di Pechino 2022. Buon divertimento!

Sport invernali alla ribalta ai Giochi Olimpici Invernali Pechino 2022 ultima modifica: 2022-02-04T14:43:15+01:00 da Silvia Olini