Traduzione di una brochure turistica: precisi sì, ma non “precisini”

Il confine è sottile ma spesso si rischia di varcarlo per le ragioni più diverse (ambiguità, scadenze pressanti, semplice pigrizia), consegnando la traduzione di una brochure turistica buona ma non ottima.

Di cosa sto parlando? Della differenza che separa i testi precisi da quelli “precisini”. Ecco perché dico sempre che nelle brochure turistiche è necessario (quando non obbligatorio) cercare di essere vivaci e freschi oltre che, questo è ovvio, dettagliati ma a patto di non risultare burocratici. Vediamo come riuscirci con qualche esempio pratico tratto dalla nostra esperienza di traduzione.

Nomi vs. Verbi nella traduzione di una brochure turistica

Questa domanda sembrerà amletica e per alcuni incomprensibile, eppure in molti casi aiuta a risolvere non poche criticità: nomi o verbi?
La spiegazione della domanda è questa: la traduzione di una brochure turistica può essere qualcosa di più di un elenco di caratteristiche, anche se il vostro tour operator ve l’ha assegnata scrivendola come una lista della spesa.

Se vogliamo evitare i lunghi elenchi di feature è meglio trasformare i sostantivi, o quello che rappresentano, in verbi che stimolano un comportamento ovvero (perdonatemi la deriva marketing) call to action.

  • Il testo originale dice: il Posto X ha una piscina.Traduzione di una brochure turistica
    Posso dire qualcosa di più rispetto a there is a swimming pool? Sì. Posso tradurre in modo un po’ più creativo con relax in the swimming pool e in questo modo trasmetto la sensazione di tranquillità, riposo, benessere.
  • Il testo originale dice che questa destinazione turistica offre ai visitatori un ambiente riservato.
    Potrò mai dire offers a secluded environment? Posso invece tradurre neanche troppo esageratamente con enjoy this privacy-friendly location e in questo modo avrò comunicato il concetto con toni amichevoli, senza “offrire” ma piuttosto invitando a condividere una bellezza.
  • Il testo originale dice che i prezzi offerti dall’hotel comprendono il Servizio X e il Servizio Y
    Posso dire qualcosa che non sia prices include X and Y? Certo che sì. Posso tradurre in modo un po’ più creativo e dire che i servizi feel free to browse our product range: from X to Y… e così via: lasciando nel lettore una sensazione di libertà.
  • Il testo originale dice che la spiaggia X ha l’originale attrazione Y
    Posso evitare di tradurre qualcosa che assomiglia a X has the original Y? Sì. Posso rendere più fantasiosamente (ma non erroneamente) con discover the unique Y in X e in così avrò anche stimolato il mio lettore a scoprire quest’attrazione, sottolineandone l’unicità.

Morale: bisogna puntare sui flash e invitare il lettore/turista a fare qualcosa.

La traduzione di una brochure turistica secondo Opitrad

Ogni anno Opitrad traduce decine di parole per brochure commissionate sia da tour operator, sia da strutture private: possiamo dire a buon titolo che le traduzioni per il settore del Turismo sono un nostro… landmark 🙂

Tradurre brochure turistiche? Sembra semplice… ultima modifica: 2015-06-18T15:40:25+02:00 da Annalisa Occhipinti